GIOVEDI 24 MAGGIO dalle 18 BINDIAPERITIVO alla Casa del Popolo


     

FESTA

DI

 SOGGETTIVITA’ NOMADI

IN CORPI  ORA FEMMINILI ORA MASCHILI

CHE SE LA GODONO

IN RELAZIONE 

Casa del Popolo di Settignano

Giovedì 24 maggio 2007dalle ore 18

L’iniziativa è organizzata all’interno della controconferenza nazionale sulla famiglia

NORME NORMALI

venerdì 25 maggio dalle ore 18 alle ore 24

presso la Casa del Popolo Arci 25 Aprile – Via Bronzino 117 – Firenze

L'USO DELLA FAMIGLIA "NATURALE" AI TEMPI DEL NEOLIBERISMO

Giornata seminariale sulle tematiche dello stato sociale e della retorica del diritto naturale

PROGRAMMA

 Ore 18: Il concetto di naturale

Ne parliamo con:          

Gianni Baldini, Università di Firenze, fac. di scienze politiche

Carlo Pauer  Modesti, antropologo

Nicoletta Poidimani, militante di Facciamo Breccia.

Introduce e coordina Ornella De Zordo, Un’altra città un altro mondo

Ore 20,30: Cena

Ore 21,30: Abbattimento dello stato sociale, politiche della famiglia

Ne parliamo con:          

Salvatore Tassinari, docente di Filosofia

Lidia Menapace, senatrice

Graziella Bertozzo, militante di Facciamo Breccia.

Coordina Elena Biagini, Azione Gay e Lesbica

25 maggio dalle 22,31 festa facoltà di agraria by studenti di sinistra

 

sabato 26 maggio alle ore 11

MANIFESTAZIONE PALALAIKA

di fronte al Palacongressi – Firenze

 

Con l'assemblea del 16 maggio, ecco pronti il calendario degli appuntamenti a Firenze e tutto il materiale per diffondere le informazioni su Norme Normali.

Giovedì 24 maggio
ore 18 – Casa del popolo di Settignano – Aperitivo – Bindiamo insieme!

Venerdì 25 maggio
ore 18-20,30 e 21,30-00 – Casa del popolo "25 aprile", via del Bronzino 117 – Seminario "La famiglia naturale ai tempi del neoliberismo" con apericena

Giornata seminariale sulle tematiche dello stato sociale e della retorica del diritto naturale

Come reagire alla cancellazione neoliberista dello stato sociale?

Quali connessioni tra neoliberismo e oscurantismo clericale?

Cosa si cela dietro la categoria di ‘naturale’?

ore 22,31 – facoltà di Agraria – Festa by StudentidiSinistra

Sabato 26 maggio
ore 11 – manifestazione PALALAIKA – di fronte al PalaCongressi

 

Ogni giorno la chiesa cattolica attacca l'autodeterminazione di tutte e di tutti, mentre la politica istituzionale, culturalmente subalterna, traduce le pressioni vaticane in iniziativa politica. Mentre l’ingerenza della chiesa cattolica diviene sempre più aggressiva nel tentativo di limitare le iniziative legislative volte a riconoscere l’autodeterminazione dei corpi e degli stili di vita (aborto, diritti riproduttivi, unioni affettive e sessuali, testamento biologico …), la ministra Rosy Bindi organizza la prima Conferenza Nazionale sulla Famiglia (Firenze 24 – 26 maggio) che segnerà la linea delle politiche governative su famiglia e stato sociale.

Secondo le parole della Ministra Bindi, la Conferenza si occuperà esclusivamente “delle famiglie semplici, delle famiglie normali”, per renderle, secondo il diktat vaticano, l’unico soggetto di un nuovo modello di welfare che vuole riportare all’interno della famiglia tutto il lavoro di cura, quindi affidarlo alle donne. La famiglia diviene così l’unico soggetto delle politiche sociali, le donne perdono la propria autodeterminazione, chiunque scelga una vita altra dal modello dominante viene del tutto esclusa/o.
Individuiamo quindi in questo progetto la congiunzione tra l’ondata di politiche confessionali e fondamentaliste a cui assistiamo nel nostro paese e le  politiche neoliberiste, a cui la chiesa cattolica fornisce l’apparato ideologico (con la retorica della famiglia “naturale”) per consentire l’abbattimento dello stato sociale.

Inoltre la Conferenza Nazionale sulla Famiglia non ha obiettivi limitati all’Italia, ma vuole condizionare le politiche europee dando vita ad un’Alleanza per la Famiglia, sulla scia dell'appello lanciato dalla attuale presidenza tedesca dell’Unione Europea, tanto che l’ospite d’onore a Firenze sarà la ministra tedesca per la Famiglia, Ursula von der Layen.

Gli obiettivi reali di questa iniziativa politica sono già chiari nella presentazione della Conferenza, che intende “indicare gli interventi relativi all’attuazione dei diritti della famiglia e concorrere alla costruzione di un modello di welfare più europeo e più moderno.”

Questa frase infatti già contiene i due elementi principali che l’iniziativa intende congiungere:

1. i “diritti della famiglia”: sulla base dell’articolo 29 della Costituzione Italiana, si rappresenta una famiglia titolare di diritti che troppo spesso si sovrappongono ai diritti individuali. La famiglia così diviene non più libera scelta ma modello dominante imposto, sulla cui ortodossia è rivendicato in Italia il controllo da parte della chiesa cattolica.

2. il “modello di welfare più europeo”: il progressivo abbattimento dello stato sociale (cioè dello stesso welfare) che dovrebbe essere sostituito dalla famiglia, con le proprie risorse interne (le donne…).

Per rivendicare sia l’urgenza di scelte laiche che di politiche sociali rivolte ai/alle cittadine/i, indipendentemente dall’”ortodossia” delle loro scelte, invitiamo ad aderire e partecipare a

NORME NORMALI 

Questa mobilitazione vuole porre al centro del dibattito l’autodeterminazione di tutte e di tutti, la necessità di politiche sociali non legate ad una lettura ideologica e integralista, la richiesta di cancellazione di leggi confessionali a livello nazionale (in particolare la legge 40) e locale (la criminalizzazione dell’interruzione volontaria di gravidanza portata avanti dalla Regione Lombardia attraverso la legge sull’obbligatorietà del seppellimento del feto) ma anche europeo (principalmente in Polonia dove stanno per essere varate delle leggi fortemente discriminatorie verso donne, lesbiche, gay e trans).

 

Programma del seminario.doc

Documento di presentazione.doc

Il Volantino (2A5x1A4).pdf

Il Manifesto (A3).pdf

Blog —>>> Norme Normali

 

This entry was posted in CinemAnemico. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *